Il padre sospeso

Storia di adozione raccontata da un papà

 

Autore: Fabio Selini

Edizione: Casa Editrice Mammeonline (2008, pagg. 189)

Le informazioni delle sezioni ‘Il contenuto’ e ‘Gli autori’ sono estratte dal libro e quindi di proprietà dell’editore

Disponibile presso la nostra biblioteca

Copia omaggiata da Mammeonline

il-padre-sospeso

Il contenuto

Un padre adottivo racconta in prima persona il lungo e tormentato percorso per incontrare la figlia che la sorte gli ha destinato.

Una cronaca vissuta pienamente in ogni emozione, ogni frustrazione, ogni timore, nella lunga attesa di una figlia nata altrove.

Lettere commoventi scritte a colei che attende che i suoi genitori la ritrovino in un lontano paese dell’Est.

Comici personaggi che interpretano la loro parte di burocrati lasciandoci il dubbio della loro utilità.

L’indizio insospettato di una macchina fotografica che porta nel nome il destino segnato del suo proprietario.

C’è tanta ironia e molta dolcezza in questa storia di adozione.

Gli autori

FABIO SELINI, 36 anni, vive in un piccolo paese in provincia di Bergamo. E sposato da 10 anni con Gessica e padre da due anni e mezzo di Daria, una bellissima bambina che viene da lontano e della quale è innamorato perdutamente. Lavora come coordinatore del servizio animazione in una grande struttura per anziani e come docente presso alcuni centri di formazione professionale.

Qualche anno fa, insieme alla moglie, ha deciso di intraprendere il viaggio che porta all’adozione. Un percorso complicato, difficile e allo stesso tempo bellissimo. Ha fatto tesoro delle sensazioni, delle delusioni e delle infinite gioie che questa scelta gli ha fatto vivere riversandole in questo romanzo dai tratti autobiografici. Coltiva con lucida follia i suoi hobby: il Torino e la scrittura. E tifoso della squadra granata, fonte più di tormenti che di gioie e col passare degli anni ha sviluppato un’avversione viscerale per la Juventus che l’ha portato a pubblicare il libro “Passione al rovescio, diario di un antijuventino”. Ama moltissimo leggere soprattutto giovani autori italiani e scrive per diletto; in uscita ha un romanzo storico e sta attualmente terminando un thriller.

Aspetta le mail dei suoi lettori: selo@libero.it

Il parere delle famiglie

Un bel romanzo che racconta in modo spiritoso, ma emotivamente forte, il percorso fisico e mentale di un papà adottivo. Il protagonista assume un po’ la parte dell’intellettuale snob, che non ritiene di dover rispondere alle domande di “indagatori sociali iperburocraticizzati” (ma lo farà comunque suo malgrado), salvo poi riversare tutte le sue aspettative e paure in bellissime lettere scritte a un futuro figlio (o figlia?), che hanno dentro tutto ciò che noi futuri o attuali padri adottivi vorremmo dire ai figli che abbiamo in mente. Anche il rapporto di coppia è descritto ironicamente, ma con profondità: traspare un grande rispetto per le emozioni e i sentimenti dell’altro pur, a volte, non comprendendoli.

Scritto in maniera molto scorrevole, aiuta tutti noi, ancora una volta, a capire che se durante questo percorso ci siamo a volte sentiti soli, incompresi o ingabbiati dalla macchina burocratica, siamo in ottima compagnia di tante coppie nella nostra stessa barca, ma soprattutto incoraggia ad avere molta pazienza. Mia nonna dice che “Ci hanno messo tanto a inventare i proverbi, ma li hanno fatti bene…”, in questo caso direi: “Chi la dura, la vince!”

Matteo Brescianini

La nostra recensione

L’autore racconta in prima persona le vicende che lo hanno portato all’incontro con la sua bimba, con uno stile spigliato e diretto, passando dal racconto delle motivazioni, all’iter burocratico, al viaggio, il tutto attraverso gli occhi dell’altra metà della coppia, altrettanto importante e coinvolta alla pari nel percorso adottivo. Con uno stile del tutto personale, a volte persino disincantato circa le persone incontrate e le lungaggini di varia natura a cui loro malgrado i futuri genitori si devono sottoporre, non tralascia i sentimenti e le emozioni personali, raccontati in forma di lettera alla futura figlia. Il libro è scritto in maniera scorrevole e leggera. Finalmente un libro scritto dal punto di vista di un papà!

Elisa

a-quattordici-smetto-livia-pomodoro

A Quattordici smetto

Daniela Callini

Vai al libro

abbiamo-adottato-un-bambino-anna-millotti

Abbiamo adottato un bambino

Anna Genni Miliotti

Vai al libro

adottare-un-figlio-marco-scarpati

Adottare un figlio

Marco Scarpati

Vai al libro

adozione-perche-e-come

Adozione: perché e come

F. Tonizzo & D. Micucci

Vai al libro