Il bambino adottivo a scuola

Guida per l’inserimento del bambino adottivo nella realtà scolastica

 

Autore: Loredana Colombo, Paola Dodde

Edizione: Ancora Editrice (2014, pagg. 120)

Le informazioni delle sezioni ‘Il contenuto’ e ‘Gli autori’ sono estratte dal libro e quindi di proprietà dell’editore

Disponibile presso la nostra biblioteca

il-bambino-adottivo-a-scuola

Il contenuto

La scuola sa generalmente poco di adozione: sia del lungo iter che gli aspiranti genitori affrontano per arrivare ad abbracciare i propri figli, sia delle specificità del bagaglio di esperienze che i bambini portano con sé. Spesso, quando si parla di adozione, si tralascia un importante aspetto: ad adottare non è solo la coppia di genitori, ma l’intera comunità, all’interno della quale la scuola gioca un ruolo fondamentale.

L’inserimento scolastico è infatti per il bambino adottivo un momento particolarmente delicato perché rappresenta un ulteriore radicale cambiamento. E’ quindi necessario che la scuola si confronti con questa realtà e si attivi perché la presenza in classe di un bambino adottivo diventi un’opportunità e non un limite.

Il rapporto adozione-scuola è complesso: molte famiglie ne sottolineano la problematicità e molti insegnanti lamentano la mancanza di strumenti adeguati ad affrontare le specificità portate dal bambino adottivo con tutta la sua storia. L’urgenza di un adeguamento emerge anche da uno sguardo ai dati statistici, che

registrano l’aumento dell’età media dei bambini adottati ormai sempre più sopra i 6 anni. Proprio in considerazione dell’età, la buona riuscita dell’inserimento scolastico diventa una tappa fondamentale nel percorso della loro “nascita ad una nuova vita”.

Gli autori

Paola Dodde, mamma adottiva, laureata in filosofia, grazie ad un’intensa esperienza nell’associazionismo familiare ha approfondito la tematica scuola-adozione.

 Loredana Colombo, psicologa presso il consultorio familiare ASL di Bergamo – sede di Treviglio, segue da oltre venti anni l’iter pre e post delle famiglie adottive, ponendo particolare attenzione ai bisogni dei bambini nel loro percorso di apprendimento scolastico.